Progetto turistico Massiccio del Grappa
Domenica, 04 Novembre 2018 - Domenica, 04 Novembre 2018

Progetto turistico "Massiccio del Grappa - Grande Guerra e territorio"

Domenica 4 novembre 2018 alle ore 10.30 in Cima Monte Tomba, a Cavaso (TV) verrà presentato il progetto di integrazione turistica "Massiccio del Grappa - Grande Guerra e territorio".
Un momento di condivisione del progetto che prevede la riqualificazione di diversi siti e l’attivazione di un sistema integrato di informazione e accoglienza turistica.
Sarà anche occasione per inaugurare l’intervento a Cima Tomba e uno dei nuovi strumenti informativi e innovativi, il totem multimediale.
Dopo la presentazione ufficiale del progetto, ci sarà la cerimonia commemorativa del centenario della Grande Guerra, seguita da un ricco Buffet e visita guidata attraverso le testimonianze storiche di Cima Tomba.

Programma dell'evento

Ore 10.30 - Massiccio del Grappa Grande Guerra e territorio
Presentazione progetto di valorizzazione turistica: riqualificazione siti e sistema di accoglienza. Inaugurazione intervento e totem multimediale a Cima Tomba

Ore 12.00 - Cerimonia commemorativa del centenario della Grande Guerra
Celebrazione con la partecipazione delle Amministrazioni del territorio e dei ragazzi della Scuola Media di Cavaso del Tomba

Ore - 13.00 Buffet

Ore - 14.00 Visita accompagnata alle testimonianze storiche di Cima Tomba
A cura dell’Associazione Amici del Museo MU.S.T. di Alano di Piave
Presso Rifugio Alpini Monte Tomba
Segreteria: T 0423 527827 / M 347 2535513
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

---

Origine del progetto per la riqualificazione del Massiccio del Grappa

La Grande Guerra ha trasformato per sempre il territorio del Massiccio del Grappa. Un paesaggio primitivo e poco antropizzato è stato trasformato in pochi mesi dal conflitto, concretamente e nella memoria. Durante l’annus horribilis, dal novembre 1917 all’ottobre 1918, tre battaglie violentissime si sono combattute sulle cime di questa montagna, quando, dopo Caporetto, diventarono l’ultimo baluardo di difesa sulla pianura veneta, lasciando sul terreno oltre 23mila morti.

Il centenario del Primo Conflitto Mondiale è occasione per valorizzare il patrimonio che il Massiccio del Grappa è sempre stato e quello lasciato dalle tragiche vicende belliche. Un invito alla pace, prima di tutto, a ricordare gli esiti terribili di ogni guerra, piccola e grande. Un invito a costruire, dopo la distruzione, a dare valore a ciò che rimane.
La natura maestosa del Massiccio, la cultura montana e delle pendici, i prodotti semplici e unici, come le testimonianze della Grande Guerra - non solo trincee e sacrari, ma strade, sentieri, semplici edifici, lo stesso riconoscimento internazionale acquisito con il conflitto - sono oggi un patrimonio che può essere esperienza per molti, attraverso una proposta di visita autentica, per cittadini e turisti.

Questa la direzione del progetto: l’integrazione dell’offerta turistica sul Massiccio del Grappa. Il sistema di accoglienza e informazione turistica che si attiva oggi è il punto di partenza, l’invito ad attori pubblici e privati al difficile lavoro di coordinamento e collaborazione per lo sviluppo di un territorio fortemente parcellizzato, diviso in tre province e oltre 20 comuni.
Sono già 11 le Amministrazioni Comunali coinvolte e 3 le IPA promotrici, sostenuti dalla Regione Veneto. Gli allestimenti informativi sul territorio, gli strumenti multimediali e l’immagine coordinata come il piano editoriale sono elementi di congiunzione e di riconoscibilità su cui iniziare a costruire.

---

Con il contributo

centernario grande guerra

Promotori

promotori progetto massiccio del grappa